ENPAPI

Thursday, August 25, 2016
Visitatori 2389422
cerca nel sito
 >>
Eventi Minimize
News Minimize
DICHIARAZIONE TELEMATICA DEL REDDITO PROFESSIONALE E DEL VOLUME D'AFFARI PRODOTTI NEL 2015

È attiva la funzione per comunicare telematicamente i dati reddituali relativi all’anno 2015 ed i presunti del 2016, accedendo alla propria Area Riservata, sezione “Dati Reddituali”. Il termine per la presentazione è fissato al 10 settembre 2016.
Si ricorda che, in caso di smarrimento, è possibile richiedere il recupero della password seguendo le istruzioni presenti nella sezione “aiuto” che compare dopo aver digitato il proprio codice fiscale nel riquadro di accesso all’area riservata.
 

ATTESTAZIONE DI VERSAMENTO ANNO 2015

L’attestazione dei versamenti effettuati nell’anno 2015 è disponibile nella sezione "Certificazioni/Attestazione versamenti/anno 2015" dell’Area Riservata iscritti. I contributi previdenziali ed assistenziali obbligatori costituiscono oneri deducibili dal reddito complessivo (D.P.R. n. 917 del 22 dicembre 1986, art. 10). La certificazione è rilasciata a tutti gli iscritti alla Gestione Principale contribuenti nell’anno 2015, attivi e non attivi, che hanno eseguito pagamenti nel corso di tale annualità; oltre ai versamenti direttamente effettuati dall’Assicurato, la certificazione indica eventuali importi trattenuti da somme erogate dall’Ente a titolo di intervento assistenziale o di prestazione previdenziale ovvero importi oggetto di delibera di rimborso. Quanto certificato è stato versato durante l’anno 2015, ma può riferirsi ad annualità diverse.

 
ENPAPI, ARRIVA LA APP PERSONALIZZATA DI ANSA PROFESSIONI

A seguito della Convenzione stipulata con ANSA, a partire dal 15 febbraio, gli iscritti all’Ente possono usufruire gratuitamente, fino al 15 maggio p.v., della nuova APP ANSA PROFESSIONI personalizzata per ENPAPI.
Per un Professionista è davvero importante stare sempre al passo con i tempi e, tramite l’APP, avrà la possibilità di consultare tutte le news di settore su welfare, lavoro e attività istituzionali, le informazioni sul proprio Ente, l’attività legislativa del Parlamento Italiano e delle Commissioni UE, la Rassegna Stampa quotidiana personalizzata, le top news della giornata e gli sviluppi di tutte le notizie economiche.
La grafica semplice e chiara consente di accedere alle varie sezioni in modo veloce e facile, tutte le informazioni possono essere lette in connessione ovvero scaricate su smartphone e tablet per una successiva consultazione.
L’APP ANSA PROFESSIONI, disponibile per sistemi IOS e Android, può essere scaricata dagli store Apple e Google:
 

  

o direttamente dalla pagina ufficiale ANSA cliccando qui.

 
GRADUATORIE INTERVENTI ASSISTENZIALI 2015

Si comunica che le graduatorie relative agli interventi assistenziali 2015 sono state pubblicate nella sezione del sito "Trasparenza amministrativa - Graduatorie Bandi Assistenziali".

 
BOLLETTINI M.AV. 2016

I bollettini M.Av. 2015 sono disponibili in formato .pdf nella sezione “Bollettini M.Av” del Cassetto Previdenziale, attivato all’interno dell’Area Riservata.
Si ricorda, al riguardo, che le date di scadenza bimestrali (10 febbraio, 11 aprile, 10 giugno, 10 agosto, 10 ottobre) sono puramente indicative e, pertanto, ove non rispettate, non comporteranno l’applicazione di sanzioni e/o interessi.

 
PROROGA SCADENZA SALDO 2014 AL 17.12.2015

Per venire incontro alle richieste degli iscritti - visti i disagi riscontrati nell’accesso all’Area Riservata - si comunica che la scadenza del versamento del contributo dovuto a saldo per l'anno 2014 è stata prorogata al 17 dicembre 2015.

 
BOLLETTINI M.AV 2015 - SALDO 2014

I bollettini M.Av. per il versamento a saldo della contribuzione dovuta ANNO 2014, sono disponibili in formato .pdf nella sezione “Bollettini M.Av.” del Cassetto Previdenziale, attivato all’interno dell’Area Riservata. Si ricorda la scadenza del 10/12/2015 per il pagamento dell’importo dovuto. Eventuali difficoltà di visualizzazione potrebbero essere dovute al browser utilizzato (internet explorer, mozilla firefox, google chrome, safari, ecc); in ogni browser deve essere disabilitato il blocco pop-up.
Si ricorda che è attivo il numero verde della Banca Popolare di Sondrio 800.248.464 al quale eventualmente richiedere l’emissione del duplicato del bollettino.
 

 
RATEIZZAZIONE SALDO 2014

L’Assicurato che si trovi in condizioni di disagio economico e non riesca a far fronte al pagamento della contribuzione dovuta a saldo in un’unica soluzione, può richiedere entro il 31/01/2016 la dilazione del pagamento in massimo 6 rate mensili, con prima scadenza 10 marzo 2016; il tasso di dilazione applicato è lo stesso previsto per la rateizzazione della contribuzione dovuta per gli anni pregressi. Requisito necessario è la regolarità dichiarativa e contributiva nel biennio antecedente l’anno per il quale si effettua la richiesta. Per ulteriori informazioni visitare la sezione“Contributi/ Rateizzazione/ Rateizzazione della contribuzione dovuta a saldo”. 

BOLLETTINI M.AV. 2015 - SALDO 2014

I bollettini M.Av. per il versamento a saldo della contribuzione dovuta ANNO 2014, sono disponibili in formato .pdf nella sezione “Bollettini M.Av.” del Cassetto Previdenziale, attivato all’interno dell’Area Riservata.
Si ricorda la scadenza del 10/12/2015 per il pagamento dell’importo dovuto.
 

 
ATTESTAZIONE DEI VERSAMENTI 2014

L’attestazione dei versamenti effettuati nell’anno 2014 è disponibile nella sezione "Certificazioni/Attestazione versamenti/anno 2014" della Nuova Area Riservata Iscritti. I contributi previdenziali ed assistenziali obbligatori costituiscono oneri deducibili dal reddito complessivo (D.P.R. n. 917 del 22 dicembre 1986, art. 10). La certificazione è rilasciata a tutti gli Iscritti contribuenti nell’anno 2014, attivi e non attivi, che hanno eseguito pagamenti nel corso di tale annualità; oltre ai versamenti direttamente effettuati dall’Assicurato, la certificazione indica eventuali importi trattenuti da somme erogate dall’Ente a titolo di intervento assistenziale o di prestazione previdenziale ovvero importi oggetto di delibera di rimborso. Quanto certificato è stato versato durante l’anno 2014, ma può riferirsi ad annualità diverse.
 

 
BOLLETTINI M.AV. 2015

È in corso da parte dell’Istituto Cassiere il caricamento dei bollettini M.Av. per l’acconto della contribuzione dell’anno 2015.
Si rammenta che la scadenza del 10 febbraio è indicativa ed il versamento può essere effettuato anche successivamente, senza alcuna applicazione di interessi e sanzioni.
L’unico termine perentorio per il versamento è quello del 10 dicembre per il versamento del saldo.
 

 
BOLLETTINI M.AV. 2015

I bollettini M.Av. 2015 sono disponibili in formato .pdf nelle sezioni “Pagamenti e Banca” del Cassetto Previdenziale, attivato all’interno dell’Area Riservata.
Si ricorda, al riguardo, che le date di scadenza bimestrali (10 febbraio, 10 aprile, 10 giugno, 10 agosto, 12 ottobre) sono puramente indicative e, pertanto, ove non rispettate, non comporteranno l’applicazione di sanzioni e/o interessi.
 

 
PROROGA SCADENZA SALDO 2013 AL 31.12.2014

Per venire incontro alle richieste degli Iscritti - visti i possibili disagi creati dall'attivazione del nuovo Cassetto previdenziale - si comunica che la scadenza del versamento del contributo dovuto a saldo per l'anno 2013 è stata prorogata al 31 dicembre 2014. 

RATEIZZAZIONE DELLA CONTRIBUZIONE DOVUTA A SALDO PER L'ANNO 2013

L’Assicurato che si trovi in condizioni di disagio economico e non riesca a far fronte al pagamento della contribuzione dovuta a saldo in un’unica soluzione, può richiedere entro il 31/01/2015 la dilazione del pagamento in massimo 6 rate mensili, con prima scadenza 10 marzo 2015; il tasso di dilazione applicato è lo stesso previsto per la rateizzazione della contribuzione dovuta per gli anni pregressi. Requisito necessario è la regolarità dichiarativa e contributiva nel biennio antecedente l’anno per il quale si effettua la richiesta. Per ulteriori informazioni visitare la sezione “Contributi/ Rateizzazione/ Rateizzazione della contribuzione dovuta a saldo”.

 
VERSAMENTO DELLA CONTRIBUZIONE A SALDO PER L’ANNO 2013 – PROROGA DELLA SCADENZA

La scadenza del versamento contributivo a conguaglio per l’anno 2013 è stata prorogata al 22 dicembre p.v.
Il bollettino M.Av. per il pagamento, emesso in collaborazione con la Banca Popolare di Sondrio, sarà a breve disponibile in formato .pdf nell’Area Riservata agli Iscritti.
 

MODELLO UNI/2014

Si ricorda che il termine per la comunicazione dei dati reddituali del 2013 è scaduto il 10 settembre 2014. I Servizi sono in fase di acquisizione delle dichiarazioni presentate. L’estratto conto individuale sarà aggiornato solo a seguito del completamento delle operazioni di acquisizione dei dati. La sanzione attualmente indicata in estratto conto per l’anno 2013 non è dovuta qualora l’adempimento sia avvenuto entro il termine stabilito. Nel caso di omissione, si invita a provvedere quanto prima alla comunicazione attraverso il Modello UNI/2014, disponibile nella sezione Dichiarazione redditi/Presentazione Modello UNI/2014.
Si rammenta che il tardivo adempimento degli obblighi dichiarativi e/o contributivi, comporta l’applicazione del regime sanzionatorio ordinario previsto dal vigente Regolamento di Previdenza.
Si precisa che, qualora il Modello sia stato regolarmente trasmesso entro la data di scadenza (10 settembre 2014), non sarà applicata alcuna sanzione.
 

 
PIANO VERSAMENTI 2013/2014

Si informa che i pagamenti effettuati relativamente al piano versamenti 2013/2014 sono presenti nella sezione "Versamenti". L'estratto conto individuale sarà aggiornato dopo l'ultima scadenza del piano fissata al 10 ottobre 2014. 

MODELLO UNI/2014 dichiarazione telematica del reddito prof. e del vol. d'affari prodotti nel 2013

È attiva la funzione per comunicare telematicamente i dati reddituali relativi all’anno 2013 ed i presunti del 2014, accedendo alla sezione Modello UNI/2014 e Reddito presunto 2014 dell’Area Riservata agli iscritti.
Si ricorda che, in caso di smarrimento, è possibile richiedere il recupero della password attraverso l’apposita sezione “Hai dimenticato la password?”, presente nel riquadro di accesso all’area riservata.


 

 
LA LIBERA PROFESSIONE INFERMIERISTICA: UNA SCELTA MOTIVATA O UN DOVERE DETTATO DALLE CIRCOSTANZE?

Due ricercatori hanno avviato un progetto di ricerca di tipo qualitativo, della durata di 6 mesi, per analizzare la motivazione che spinge un infermiere ad intraprendere la libera profesione. Si chiede, pertanto, di dedicare qualche minuto alla compilazione di un breve questionario cliccando qui.

 
GIORNATA NAZIONALE DELLA PREVIDENZA 2014

Servizio di CLASS relativo al Convegno tenutosi da ENPAPI, EPPI, EPAP, ENPAB, ENPAP durante la manifestazione a Milano - clicca qui.

 

 
Campus BIOMEDICO di Roma - Servizio Formazione Post Lauream
Redditi occasionali-Gestione Separata ENPAPI

Nell’ambito delle attività connesse all’avvio delle Gestione Separata ENPAPI, è emersa una serie di quesiti in merito alla corretta applicazione delle norme regolamentari vigenti, nonché alla corretta interpretazione di alcune di esse.

continua...

 
Home
IN EVIDENZA Minimize

 

Si comunica che l'Ente osserverà il seguente periodo di chiusura estiva degli uffici:
dal 17 agosto al 26 agosto 2016.

 

Si comunica, altresì, che con provvedimento urgente (visualizza) il Presidente, dott. Mario Schiavon si è determinato come segue:

SOSPENSIONE SERVIZI ON-LINE E PROROGA SCADENZA MODELLO UNI/2016

Dal 13 agosto al 28 agosto il sito istituzionale, l’area riservata ed il contact center saranno sospesi per lavori di manutenzione del sistema informatico.

Il servizio riprenderà regolarmente il 29 agosto 2016.

Conseguentemente si è determinato che il termine per la presentazione del Modello UNI/2016 del 10 settembre 2016 è stato prorogato al 26 settembre 2016.

 

Cordialità
 
 

IN EVIDENZA Minimize
IN EVIDENZA Minimize

Mario Schiavon (ENPAPI): “sempre più dalla parte degli Infermieri con P.IVA”

Intervista al presidente della cassa previdenziale dei liberi professionisti per fare il punto sulle ultime novità sull'Ente.

venerdì 05 agosto 2016

di NURSE 24

 

L’impegno della Cassa previdenziale ENPAPI a favore della Libera Professione Infermieristica è costante e tangibile, come pure l’azione di conduzione politico-gestionale del suo presidente, Mario Schiavon. Con lui abbiamo voluto scambiare delle opinioni sulla previdenza e sul futuro pensionistico degli Infermieri dotati di partita IVA. Ne è scaturita una interessante intervista che di seguito proponiamo.

La Corte dei Conti ha recentemente dato l’ok al Bilancio Consuntivo 2015. E’ una grande vittoria per l’ENPAPI e per Lei personalmente. Sapevate di raggiungere questo obiettivo senza problemi?

La valutazione positiva del Bilancio consuntivo 2015, da parte della Corte dei Conti, è, senz’altro, motivo di grande soddisfazione. Devo dire, ad onor del vero, che le aspettative mie e dell’Ente andavano proprio in questo senso: ENPAPI, da tempo, pone come presupposto della sua gestione proprio quegli elementi evidenziati, positivamente, dalla Corte dei Conti: crescita della popolazione assicurata (vista, anche, come elemento di “regolarizzazione” delle modalità di esercizio libero – professionale), miglioramento dell’adeguatezza delle prestazioni, economicità, gestione finanziaria improntata al mantenimento di un adeguato rapporto rischio/rendimento.

Venti anni fa sono nati gli Enti previdenziali dei liberi professionisti. Cosa è cambiato da allora per gli Infermieri?

Proprio in questo periodo gli Enti privati di previdenza obbligatoria, sorti a seguito dell’emanazione del D.lgs. 103/96, stanno ricordando, con una serie di iniziative, i venti anni dalla loro istituzione. Come ho accennato poc’anzi, il ruolo di ENPAPI per lo sviluppo della libera professione infermieristica, è stato significativo. Oggi, rispetto al periodo immediatamente successivo all’istituzione, i Professionisti Infermieri, Assistenti sanitari, Infermieri pediatrici, hanno a disposizione un sistema integrato di welfare, che consente loro di usufruire di prestazioni, interventi, servizi. Tutto ciò è avvenuto in un contesto normativo che certamente non è stato e continua a non essere favorevole: in venti anni l’unico intervento normativo a favore di ENPAPI e degli altri Enti “103” è stato rappresentato dalla legge “Lo Presti”, che ha offerto la possibilità, dopo l’approvazione dei nostri regolamenti, da parte dei Ministeri vigilanti, di incrementare il contributo integrativo fino al 4%, con destinazione del 2% ai montanti contributivi. Tutti gli altri temi sollevati (autonomia, welfare, fiscalità, controlli) sono ancora sul tavolo in attesa di risoluzione.

L’ENPAPI è uno degli Enti previdenziali più floridi in Italia. Pensa che la scelta della libera professione infermieristica e quindi le iscrizioni alla Cassa da Lei rappresentata possano aumentare nei prossimi anni con il riconoscimento delle tanto discusse nuove competenze?

ENPAPI è uno degli Enti che, negli ultimi anni, ha presentato il maggiore tasso di crescita di nuove iscrizioni: ciò è avvenuto sicuramente a causa della fisiologica crescita delle modalità di esercizio autonoma diverse da quella subordinata, ma anche grazie all’azione svolta dall’Ente per regolarizzare le iscrizioni e le posizioni contributive, non solo verso i liberi professionisti autonomi e associati, ma anche verso le aziende committenti che instaurano con i Professionisti infermieri rapporti di collaborazione coordinata e continuativa, anche non abituale. Credo, più in generale, che lo sviluppo dell’esercizio libero – professionale sia destinato a continuare nel tempo, con conseguente aumento del numero dei Professionisti assicurati.

L’Ente da Lei rappresentato è uno di quelli che ha scelto di non vessare l’iscritto ma di coinvolgerlo sempre di più nelle attività della Cassa previdenziale, fornendo contributi, borse di studio, rateizzazioni delle gabelle e quant’altro posso avvantaggiare chi è in regola con le quote contributive. L’ENPAPI ha ottenuto già dei riscontri positivi da questa politica?

In un contesto come quello in cui la legge impone di calcolare le pensioni con il sistema contributivo, che non garantisce, di per sé, un adeguato tasso di sostituzione, l’Ente non poteva non affiancare interventi e servizi diversi, diretti ad offrire ai Professionisti assicurati un senso di vicinanza durante tutto l’arco della vita professionale. Tra questi, segnalo le misure dirette ad agevolare gli iscritti in un periodo, come questo, caratterizzato dalla crisi economica e finanziaria. La rateizzazione, tra queste, ha un grande appeal, proprio per la possibilità di dilazionare, anche fino a 48 mesi, il dovuto contributivo. Preciso, al riguardo, che i contributi obbligatori non possono essere considerati al pari di “tasse”, ma sono una vera e propria forma di risparmio e, quindi, di investimento sul proprio futuro pensionistico.

Ora una nota di colore. Di recente ha avuto un incontro con il primo ministro Matteo Renzi. Può spiegare agli Infermieri Liberi Professionisti che ci seguono cosa vi siete detti?

Nel corso dell’incontro, avvenuto tra il premier e i vertici dell’Associazione degli Enti Previdenziali Privati (Adepp) ove io ho partecipato in veste di vice presidente, si è discusso molto sulla volontà e sulla disponibilità degli Enti privati di previdenza obbligatoria di investire nel sistema “Paese”, evidenziando, però, la necessità di una “messa a punto” del sistema normativo che governa gli Enti stessi, nei termini della maggiore autonomia, dell’abbattimento della fiscalità, della semplificazione dei controlli, interventi, tutti, diretti a migliorare l’efficacia dell’azione degli Enti in favore degli Iscritti.

Vai all'intervista

IN EVIDENZA Minimize

LA CORTE DEI CONTI PROMUOVE ENPAPI SUL BILANCIO CONSUNTIVO 2015.

Risultato netto euro 4.668.000, Schiavon: "Riscontro positivo"

venerdì 29 luglio 2016

di Simona D'Alessio

La Corte dei Conti (Sezione Controllo Enti), ha concluso l’esame del Bilancio Consuntivo 2015 dell’ENPAPI (Ente Nazionale di Previdenza ed Assistenza della Professione Infermieristica), che era stato approvato dal Consiglio di Indirizzo Generale, su proposta del Consiglio di Amministrazione, nella riunione del 22 aprile 2016. Nella Relazione la Magistratura contabile «dà atto che il risultato netto di esercizio è pari ad € 4.668.000» e che «il patrimonio netto si è attestato in aumento del 10,8% rispetto al precedente, mentre il rendimento netto del portafoglio titoli si è attestato al 3,11%». La Corte, inoltre, sottolineata la continua crescita delle entrate contributive (+2,7% rispetto al 2014), «effetto, questo, derivante dalla combinazione dell’aumento del numero dei professionisti iscritti con gli esiti dell’entrata in vigore delle riforme strutturali approvate in precedenza» dall’Ente; nel documento si sottolineano anche gli interventi posti in essere dall’Ente per il recupero delle iscrizioni obbligatorie, attraverso l’avvio di sinergie con varie Istituzioni, quali i Collegi IPASVI e l’Agenzia delle Entrate. Per quanto concerne, poi, il Bilancio Tecnico 2015/2064, approvato dal Consiglio di Indirizzo Generale lo scorso 16 dicembre, la Corte «ha osservato che il saldo previdenziale, nonostante una flessione dall’anno 2036, rimane sempre positivo, sia per la Gestione Principale sia per la Gestione Separata», pertanto «dalle proiezioni del Bilancio Tecnico 2015-2064 emerge la sostenibilità finanziaria dell’Ente per il periodo preso a riferimento». Soddisfatto il Presidente dell’ENPAPI, Mario Schiavon: «Il riscontro così positivo della Corte dei Conti è significativo per noi, e ci incoraggia ad andare avanti nella gestione oculata del risparmio previdenziale degli infermieri nostri iscritti. L’obiettivo dell’ENPAPI – aggiunge – è fare sempre meglio, e quanto certificato dalla Relazione dei giudici contabili rappresenta un ulteriore, fondamentale incentivo».

Relazione Corte dei Conti

IN EVIDENZA Minimize

IL VALORE DEL LAVORO PER LA PREVIDENZA DEL FUTURO.

Ventennale degli Enti "103"

venerdì 15 luglio 2016

di Simona D'Alessio

«Mi fa piacere aver avuto l’opportunità di far sentire ai nostri interlocutori del mondo politico ed istituzionale con quanta passione gestiamo questi Enti di Previdenza», e aver manifestato loro che «quello che prestiamo ai nostri iscritti è un servizio nobile, che spesso presenta aspetti di vera difficoltà». Con queste parole il Presidente dell’ENPAPI (Ente di Previdenza ed Assistenza della Professione Infermieristica), Mario Schiavon, ha concluso il secondo appuntamento celebrativo del ventennale dall’istituzione delle Casse pensionistiche private di «nuova generazione» (costituitesi grazie al Decreto legislativo 103/1996), che si è tenuto nella mattinata del 14 luglio, nella sede dell’ENPAPI, in Via Alessandro Farnese, a Roma.

Nel corso dei lavori, che sono stati coordinati dal giornalista del Tg1 Francesco Giorgino, i Presidenti degli Enti hanno potuto interloquire con tre rappresentanti di diverse aree politiche, conoscitori dei temi previdenziali: il Responsabile Economico del Partito Democratico Filippo Taddei, il Presidente della Commissione bicamerale di controllo sull’attività degli Enti gestori di forme obbligatorie di previdenza e assistenza sociale, Lello Di Gioia del Misto ed il Responsabile per le Politiche per il Sud di Forza Italia, Severino Nappi.

Il professor Angelo Pandolfo, docente di Diritto del lavoro e della previdenza sociale all’Università La Sapienza di Roma, ha fatto una ricognizione su quanto avvenuto, nella previdenza dei liberi professionisti, dall’emanazione del Decreto del 1996, sottolineando, fra l’altro, come vi sia stato il «riconoscimento legislativo delle misure di welfare adottate dalle cosiddette «Casse 103», e alcune forme di assistenza che hanno ideato si sono, poi, rivelate utili ai fini del miglioramento della tutela pensionistica»; il ragionamento evidenziato è che «se l’Ente viene in soccorso del professionista, aiutandolo ad uscire da una situazione di difficoltà, gli fornisce sì un sostegno nell’immediato nell’attività, ma lo mette anche nelle condizione di salvaguardare la propria, futura prestazione previdenziale». Dunque, secondo Pandolfo, «la differenziazione fra assistenza e previdenza non è, alla fine, così netta».

Importante è stato, a seguire, per Taddei sgomberare, dinanzi ai Presidenti delle Casse Tiziana Stallone dell’ENPAB (Biologi), Felice Damiano Torricelli (ENPAP, Psicologi), Stefano Poeta (EPAP, Geologi, Chimici, Attuari e Dottori Agronomi e Forestali) e Valerio Bignami (EPPI, Periti Industriali) il campo dagli equivoci: «Non c’è nessun interesse da parte del principale partito di maggioranza e del Governo a mettere le mani su importanti risorse private, perché vincolate ad un pilastro fondamentale che è la previdenza», ha scandito il Responsabile Economico della formazione di centrosinistra. E, con riferimento alle dettagliate richieste delle Casse (dall’adeguatezza delle prestazioni future dei professionisti alla doppia tassazione sui ricavi da investimento e sui trattamenti erogati agli iscritti, che le Casse ritengono «troppo elevata e iniqua»), Taddei si è detto pronto al confronto, precisando che «non conta aprire i tavoli tecnici, conta che vengano chiusi».

NUOVA AREA RISERVATA: IL "CASSETTO PREVIDENZIALE" Minimize

DAL 15 DICEMBRE

E' ATTIVA LA NUOVA AREA RISERVATA PER GLI ISCRITTI 

DENOMINATA "CASSETTO PREVIDENZIALE"

 

PER ACCEDERE CLICCA QUI

Per l'accesso è necessario inserire il proprio Codice Fiscale ed i codici  richiesti contenuti sul retro della CARD SERVIZI ENPAPI

 

Istruzioni per l'utilizzo

Si ricorda che la spedizione delle CARD SERVIZI ENPAPI è tuttora in corso. Qualora alla data del 15 dicembre 2014 non fosse ancora pervenuta presso il proprio domicilio, è possibile richiederla in formato elettronico attraverso il seguente modulo:

Domanda per la richiesta di invio in formato elettronico della CARD SERVIZI ENPAPI

Auspico che tale iniziativa trovi il favore ed il consenso della platea degli Assicurati in quanto il risparmio economico che deriverà dal nuovo sistema potrà essere utilizzato per promuovere ulteriori interventi in favore degli Iscritti.

Il Presidente MARIO SCHIAVON

CONTACT CENTER Minimize

CONTACT CENTER ENPAPI 

Chiamando il numero

800 070 070

e digitando il numero di matricola sarà possibile accedere ad un servizio interamente rinnovato

Archivio articoli pubblicati Minimize
Area Riservata Iscritti Minimize

VIDEO PROMO Minimize

Co.Co.Co e Committenti Minimize

Newsletter Minimize
Posta Certificata Minimize

 PEC

 

Posta Elettronica Certificata
ENPAPI Gratuita

Richiedi Login
ANSA Professioni Minimize

Scarica la APP ANSA PROFESSIONI

personalizzata ENPAPI

  

Area Organi e Collegi Minimize


Guida accesso collegi
Forgot Password ?

Rapp. Professionali Minimize
Enti di Previdenza Minimize
Convenzione assicurativa Minimize

 

Previdenza Complementare Minimize
Assistenza Sanitaria Minimize
Associazioni Infermieristiche Minimize
Iniziative da parte di iscritti Minimize
Convenzione Minimize

ENPAPI, Via Alessandro Farnese, 3 - 00192 - ROMA | Numero verde: 800.070.070 | Fax: 06/3670.4490 | email: info@pec.enpapi.it
Condizioni di utilizzo -Informativa privacy - Sito realizzato da GOSPAService
);