EVENTO FORMATIVO 3 CREDITI ECM: 27/10/2022 CATANZARO

Vi invitiamo al prossimo incontro formativo, con rilascio di 3 crediti ECM, che si terrà il 27/10/2022, dalle ore 14.45 alle ore 18.00, presso la Sala Convegni dell’OPI di CATANZARO, Viale Lucrezia della Valle 55.

Nel corso dell’incontro sarà possibile – previa prenotazione – verificare la propria posizione con il personale dell’Ente.

Consulta il programma e iscriviti!

MODELLO UNI/2022 – AGGIORNAMENTO TERMINE

A seguito del disservizio tecnico che ha interessato l’Area Riservata, il Consiglio di Amministrazione ha deliberato – nella riunione odierna – di considerare nei termini i Modelli presentati entro il 15 settembre 2022.

Per maggiori informazioni consultare la sezione informativa.

INDENNITÀ 200 EURO LAVORATORI AUTONOMI E PROFESSIONISTI

Il Decreto del Ministero del Lavoro di concerto con il Ministero dell’Economia e delle Finanze che definisce condizioni, regole e modalità di accesso al bonus di 200 euro previsto dal D.L. n. 50/2022, convertito con modifiche in L. n. 91/2022 per i lavoratori autonomi  è in fase di pubblicazione in Gazzetta Ufficiale.

Il Decreto prevede il riconoscimento di una indennità una tantum per i lavoratori autonomi e i professionisti nel limite di spesa di 600 milioni di euro per l’anno 2022.

È ancora da definire la data dalla quale sarà possibile presentare la domanda; l’Ente, in ogni caso, sta predisponendo una sezione dedicata all’interno dell’Area Riservata, dalla quale sarà possibile presentare la propria domanda.

COS’È

Si tratta di una indennità, pari a 200 euro, che va ad aggiungersi a quella prevista per i lavoratori dipendenti, i pensionati e altre categorie, sempre previste dal D.L. n. 50/2022, che viene riconosciuta una tantum ai lavoratori autonomi e ai professionisti:

– iscritti all’INPS e agli enti gestori di forme obbligatorie di previdenza e assistenza di cui al D.Lgs. n. 509/1994 e al D.Lgs. n. 103/1996;

– che non abbiano percepito, sotto altro titolo e per altre motivazione, il bonus previsto dall’art. 31 (Indennità una tantum per i lavoratori dipendenti) e 32 (Indennità una tantum per pensionati e altre categorie di soggetti) del D.L. n. 50/2022;

– che nel periodo di imposta 2021 abbiano percepito un reddito complessivo non superiore a 35.000 euro.

L’indennità non costituisce reddito ai fini fiscali né ai fini della corresponsione di prestazioni previdenziali ed assistenziali ai sensi del TUIR, non è cedibile, né sequestrabile, né pignorabile ed è corrisposta a ciascun avente diritto, una sola volta.

REQUISITI E CONDIZIONI PER GLI ISCRITTI ENPAPI

1. Iscrizione attiva all’Ente alla data di entrata in vigore del D.L. n. 50/2022, ovvero al 18 maggio 2022, con status tuttora attivo

2. Reddito complessivo anno 2021 non superiore a 35.000 euro (si fa riferimento al concetto di reddito complessivo e non a quello da lavoro autonomo e viene chiarito nel decreto che con riferimento al requisito reddituale, dal computo del reddito personale assoggettabile ad IRPEF, al netto dei contributi previdenziali ed assistenziali, sono esclusi: i trattamenti di fine rapporto comunque denominati, il reddito della casa di abitazione e le competenze arretrate sottoposte a tassazione separata)

3. Aver effettuato, entro la data del 18 maggio 2022, almeno un versamento, totale o parziale, per la contribuzione dovuta, con competenza a decorrere dall’anno 2020; tale requisito non si applica ai contribuenti per i quali non risultano scadenze ordinarie di pagamento entro la data sempre del 18 maggio 2022

4. Non aver percepito i bonus previsti dall’art. 31 (Indennità una tantum per i lavoratori dipendenti) e 32 (Indennità una tantum per pensionati e altre categorie di soggetti) del D.L. n. 50/2022

5. Non essere titolari di pensione

MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

La domanda per l’ottenimento dell’indennità deve essere presentata all’Ente, in via telematica, tramite la sezione dedicata  – in fase di sviluppo – all’interno dell’Area Riservata.

Si precisa che qualora il soggetto interessato sia iscritto contemporaneamente all’INPS e ad ENPAPI, l’istanza dovrà essere presentata esclusivamente all’INPS.

TERMINI DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

La data a decorrere dalla quale sarà possibile presentare la domanda per il riconoscimento dell’indennità una tantum non è stata ancora stabilita.

Verrà concordata congiuntamente agli altri Enti di Previdenza Privati, in seguito alla pubblicazione in Gazzetta del Decreto.

MODALITÀ DI EROGAZIONE

L’Ente procederà secondo l’ordine cronologico delle domande presentate e accolte.

Nel caso in cui, in esito ai controlli, ENPAPI non riscontri la sussistenza dei requisiti, avvierà una procedura di recupero nei confronti del soggetto che ha usufruito indebitamente dell’indennità.


AGGIORNAMENTO DEL 12/09/2022

Si è in attesa della registrazione del Decreto da parte della Corte dei Conti e della successiva pubblicazione in Gazzetta Ufficiale.

Pertanto, come concordato nel corso di un incontro tecnico tenutosi tra le Casse di Previdenza, si presume che la data dalla quale potrà essere presentata la domanda per accedere all’indennità possa avvenire due giorni dopo la pubblicazione, ma comunque non prima del 20 settembre.

Si coglie l’occasione per informare che saranno prese in considerazione solo le domande che perverranno nelle tempistiche e nelle modalità comunicate quanto prima dall’Ente.

AREA RISERVATA: AGGIORNAMENTO IN MERITO AL MODELLO UNI/2022

Visto il prolungarsi del disservizio tecnico che sta interessando l’Area Riservata e la conseguente difficoltà nel presentare il Modello UNI/2022, informiamo che il Consiglio di Amministrazione, nella riunione del 16/09 p.v., valuterà di considerare nei termini i Modelli presentati oltre la scadenza regolamentare del 10/09.

Sarà nostra premura dare aggiornamenti a riguardo nel più breve tempo possibile.
Ci scusiamo per il disagio.

MODELLO UNI/2022 – QUALE ALIQUOTA CONTRIBUTIVA SCEGLIERE DURANTE LA COMPILAZIONE?

Il contributo soggettivo versato annualmente all’Ente si calcola applicando l’aliquota indicata durante la compilazione del Modello UNI al reddito netto professionale.

È possibile, quindi, in fase di trasmissione del dato, decidere quanto versare, mantenendo l’aliquota proposta del 23% oppure diminuendola – trascinando il cursore – sino al 16%, che è l’aliquota minima obbligatoria prevista dal Regolamento.

Con una contribuzione maggiore si avrà una pensione più alta e un maggior risparmio fiscale.

Per maggiori informazioni consultare la sezione informativa del sito.

MODELLO UNI/2022 – RETTIFICA DEI DATI REDDITUALI O DELL’ALIQUOTA CONTRIBUTIVA IN CASO DI ERRORE

In caso di errore, è possibile annullare la dichiarazione inserita ed effettuare nuovamente la procedura di presentazione.
L’ultima dichiarazione trasmessa sovrascriverà e annullerà la precedente.
In questo caso, però, l’aggiornamento della posizione non avverrà in tempo reale ma solo dopo la lavorazione da parte degli Uffici.

Per maggiori informazioni consultare la sezione informativa del sito.

APERTURA UFFICI

Da oggi 29 agosto gli Uffici dell’Ente sono di nuovo operativi dopo la pausa estiva, così come il numero verde gratuito 800 070 070, attivo dal lunedì al venerdì, dalle ore 09.00 alle ore 12.00, il martedì e il giovedì, anche dalle ore 14.00 alle ore 15.30.

CHIUSURA ESTIVA UFFICI

Gli Uffici dell’Ente saranno chiusi dall’11 al 26 agosto. L’attività lavorativa riprenderà regolarmente il 29 agosto 2022.

SUSSIDIO ASILO NIDO, CONTRIBUTO LIBRI DI TESTO E BORSE DI STUDIO

Il 30 settembre scadranno i termini per presentare domanda per i sussidi a copertura delle spese sostenute per rette di asili nido, per i contributi a copertura delle spese sostenute per l’acquisto di libri di testo scolastici o universitari e per le borse di studio.

Per maggiori informazioni è possibile consultare le pagine informative del sito, sezione GESTIONE PRINCIPALE/ASSISTENZA/INTERVENTI ASSISTENZIALI:

MODELLO UNI/2022 – COMUNICAZIONE DEI REDDITI ANNO 2021

È attiva nell’Area Riservata la sezione per la dichiarazione telematica obbligatoria dei redditi definitivi 2021.

La comunicazione annuale dei dati reddituali (Modello UNI/2022) deve essere effettuata esclusivamente in via telematica attraverso l’Area Riservata, entro il 10 settembre 2022, anche nel caso in cui le dichiarazioni fiscali di riferimento non siano state presentate o contengano importi pari a zero o negativi.

Dovranno essere dichiarati gli importi del Reddito professionale e del Volume d’affari/Corrispettivi lordi relativi ad attività infermieristica, prodotti nell’anno 2021 con Partita IVA individuale, ovvero attraverso la partecipazione in studi associati/società tra professionisti.

La compilazione della dichiarazione telematica deve essere effettuata dall’area riservata, nella sezione “Modello UNI”, seguendo la procedura guidata, al termine della quale sarà possibile scaricare la ricevuta di presentazione, disponibile anche nella sezione “Dichiarazioni Annuali”, dopo aver completato l’inserimento.

In caso di errore, è possibile annullare la dichiarazione inserita ed effettuare nuovamente la procedura di presentazione. L’ultima dichiarazione trasmessa sovrascrive e annulla la precedente.

L’acquisizione della dichiarazione obbligatoria del reddito 2021 consentirà al sistema informativo di determinare – entro circa 48 ore dall’inserimento – il saldo contributivo del medesimo anno (scadenza 10 dicembre 2022), attraverso l’applicazione della percentuale contributiva selezionata in fase di compilazione.

I dati comunicati e la percentuale selezionata sono consultabili scaricando la ricevuta di presentazione nella sezione “Dichiarazioni Annuali”.

Coloro che abbiano effettuato l’iscrizione all’Ente nel corso dell’anno 2022 non devono effettuare la presentazione del Modello UNI/2022, non avendo svolto la libera professione nello scorso anno.

MODELLO UNI/2022 – QUALE ALIQUOTA CONTRIBUTIVA SCEGLIERE DURANTE LA COMPILAZIONE?

MODELLO UNI/2022 – RETTIFICA DEI DATI REDDITUALI O DELL’ALIQUOTA CONTRIBUTIVA IN CASO DI ERRORE

Istruzioni Modello UNI_2022_redditi 2021

CONSULTA IL VIDEO ILLUSTRATIVO


AGGIORNAMENTO DEL 16/09/2022

A seguito del disservizio tecnico che ha interessato l’Area Riservata, il Consiglio di Amministrazione ha deliberato – nella riunione odierna – di considerare nei termini i Modelli presentati entro il 15 settembre 2022.